Skip to content
3 min

Il prezzo di Blumarine

Guido Molinari nasce a Cervia nel 1917. A 21 anni sposa Odette, la cui famiglia carpigiana aveva preso in affitto la villa dei Molinari al Forte.

La II Guerra Mondiale vissuta in Etiopia, e 20 anni passati in Puglia a commerciare auto e gestire una ditta di trasporti, Guido e Odette rientrano a Carpi dove nel 1963 avviano il Maglificio Molly, uno dei leader del miracolo industriale carpigiano, dove le donne abituate ad arrotondare facendo la maglia trasformeranno le cantine in fabbriche.

Anna e Licia, classe 1958, sono le figlie di un imprenditore che di Carpi ha fatto grande il nome, finanziato l’Ospedale Ramazzini, ricevuto le chiavi d’oro della città e dal Presidente della Repubblica l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce. Forse anche per questo Molly ad Anna va stretta, perché da terzista non firma mai ciò che disegna.

Lei vuole la sua azienda e mentre suo padre dice agli amici di non prestarle soldi, incontra (sempre al Forte) Gianpaolo Tarabini col quale realizza il suo sogno di ridare forma e colori ad una femminilità travolta dal ‘68: nasce così il marchio Blumarine.

Ma il prezzo del successo per Anna Molinari sarà salatissimo: a 40 anni perde suo padre, a 48 suo marito durante una fatale battuta di caccia, a 53 la gemella Licia di tumore.

Resilienza pura!

Anna_Molinari_Blumarine