Your value will be not what you know.
It will be what you sh
are

R-Innovare Il Family Business

previous arrow
next arrow
Slider

LA MIA STORIA

Sono nato nel 1967 ed il famoso romanzo di Doug Coupland mi colloca dunque nella Generazione X, quella che ha vissuto eventi storici epocali come la caduta del muro di Berlino e la fine della guerra fredda. La mia adolescenza si è snodata tra l’impronta culturale mitteleuropea della Scuola Svizzera e la solida traccia del Liceo scientifico “A. Volta” di Milano. Da liceale e da universitario ho attraversato gli anni ’80 della Milano da bere, esaltazione di un contesto benestante e libertino improntato a valori come l’indipendenza e la realizzazione di sé. Valori che sono andati a diluirsi nella matrice educativa di genitori che hanno vissuto la Seconda Guerra Mondiale e raccolto un’eredità di sacrificio, ricostruzione e valori etici irrinunciabili. E’ forse qui che trova origine la mia solidità morale, il senso della creazione del valore, la responsabilità sociale e la capacità di superare con ottimismo, qualsiasi ostacolo.
Con questo bagaglio mi laureo in Ingegnere Gestionale al Politecnico di Milano, che perfezionerò 20 anni dopo con un Master cum laude in General Management al MIP, la Business School dello stesso Politecnico.
Sposato, papà di due figli (che mi aiutano a crescere ogni giorno di più), ho lavorato per 20 anni come dirigente di diverse imprese familiari grandi, medie e piccole, specializzandomi in strategie di internazionalizzazione e posizionamento competitivo a fronte di mutamenti di competitività e complessità di mercato (quello che in università chiamano marketing strategico). Attraversando l’industria italiana in Italia e all’estero attraverso diversi family businesses, ho avuto il privilegio di osservare imprese, famiglie e patrimoni tra vizi e virtù, tra limiti e intuizioni, tra minacce e opportunità dell’essere imprenditore, fino ad appassionarmi ai temi tipici di questa fattispecie di imprese (che producono per inciso l’80% del PIL mondiale) ed a volerne fare la mia ragione professionale di vita.
Nel 2018 a 51 anni chiudo così la carriera manageriale in un cassetto (but never say never again!) ed apro un cantiere di lavoro che chiamo CONSILIATOR (dal latino “consigliere”), apro un canale YouTube su cui promuovere cultura imprenditoriale e scrivo per Guerini e Associati il mio primo libro “R-INNOVARE IL FAMILY BUSINESS. L’intelligenza naturale dell’imprenditore come differenziale competitivo”, inseguendo un modello distintivo di cultura imprenditoriale e di servizi integrati per accompagnare imprenditori, imprenditrici, familiari e professionisti del family business attraverso le sfide di mercati a complessità ed accelerazione digitale crescente.

La frase che è diventata un mio stato mentale, l’ha detta Virginia “Ginni” Rometty: “Your value will be not what you know. It will be what you share”

Ah dimenticavo, dei James Bond cinematografici ho sempre preferito Roger Moore a Sean Connery. Elton John e Billy Joel hanno segnato la mia formazione musicale pop, forse perché suono il pianoforte a livello semi-professionale tanto che durante gli anni dell’università suonavo nei locali di Brera, quando ancora lo strumento lo suonavi davvero. Questo non mi ha impedito di avere nella playlist anche Sting, i Queen, i Genesis (sia quelli di Peter Gabriel che di Phil Collins), Dalla, Cocciante ed i concerti per pianoforte e orchestra di Chopin e Rachmaninov. Nella playlist ho anche Rovazzi e i Boomdabash, ma non devo certo spiegarvi perché. Non capisco niente di pittura e non voglio capire niente di politica, finché questo termine non tornerà a significare “l’arte di governare ciò che appartiene alla dimensione della vita comune”.

COLLABORAZIONI PROFIT E NO-PROFIT


Alessandro tiene lezioni aperte sui temi della gestione strategica e dell’internazionalizzazione delle PMI


La più vasta organizzazione no-profit al mondo che prepara i giovani all’imprenditorialità e al loro futuro lavorativo.


Articoli e post da LinkedIn

Linkedin - Alessandro Scaglione
Oltre il Work Week Blues dell’imprenditore : dal bisogno della agenda troppo piena (busy-ness) allo spazio-tempo per se stessi (busy-less).
Linkedin - Alessandro Scaglione
Imprenditori, non leggende.
Linkedin - Alessandro Scaglione
“INTERNAZIONALIZZARE”​: OLTRE LA COLONIZZAZIONE, VERSO L’INTEGRAZIONE DI CULTURE
Linkedin - Alessandro Scaglione
Il Mondo che verrà…
economyup - Alessandro Scaglione
Come rinnovare le imprese familiari in Italia. Primo: non tradire la fiducia del consumatore
Linkedin - Alessandro Scaglione
FORMARSI O IN-FORMARSI, E‘ SEMPRE CULTURA
Linkedin - Alessandro Scaglione
IL VALORE DI UN COMPLEANNO
Linkedin - Alessandro Scaglione
In un mondo che cambia a velocità digitale, il vero limite siamo noi stessi
Linkedin - alessandro Scaglione
A chi, viaggiando in Austria, non è capitato di fermarsi almeno una volta in una delle aree di servizio, Rosenberger o Landzeit?
Linkedin - Alessandro Scaglione
Intrappolati nell’economia della fruizione
Linkedin Alessandro Scaglione
Per la nuova moneta globale Zuckerberg (che insieme ad informatica studiò psicologia ad Harvard) ha scelto l’evocativo nome di “LIBRA”, la bilancia
Linkedin - Alessandro Scaglione
50 miliardi di pacchi (sì, 50 seguito da nove zeri) consegnati in express delivery in Cina nel 2018